Pillo, l’amico della nostra salute

Quando le terapie sono di una certa complessità è necessario affidarsi ad elementi certi. I robot come Pillo ci aiutano ad osservare i tempi delle nostre terapie e ci confrontano con le nostre responsabilità.

L’amico della nostra salute

Come ambito di nicchia del mercato dell’Internet delle Cose, il sottosettore dei robot personali è sottoposto ad una crescita specifica soprattutto per effetto dell’invecchiamento della popolazione mondiale nelle regioni del mondo più sviluppate.

Un articolo su Pillo di Forbes nel 2018 prevedeva che “con una crescente enfasi sull’assistenza sanitaria personalizzata e un migliore coinvolgimento con i consumatori attraverso la tecnologia, comprese le app per l’assistenza sanitaria dei clienti e la realtà aumentata, la realtà virtuale e l’intelligenza artificiale (AI) per fornire terapie digitali più efficaci ed economiche, un robot compagno sanitario potrebbe diventare un altro strumento fondamentale nel mercato della sanità intelligente”.

All’epoca dell’articolo, la competenza di Ermit si era già unita allo storytelling di una popolazione sempre più bisognosa di attenzioni per reallizzare una soluzione diretta sia ad utenti consumer che a “Health Provider” in grado di gestire, monitorare e supportare comunità di anziani.

Nel primo caso l’utente tipo è la persona anziana con diverse patologie e che deve gestire terapie più o meno complesse. In molti casi chi acquista la soluzione non è l’anziano, ma un familiare che tramite Pillo vuole monitorare l’anziano a casa e sapere se prende le sue medicine. Nel secondo caso come Health Provider si intendono ospedali, assicurazioni, fornitori di servizi di cure domiciliari.

La storia di Pillo è stata più veloce della volontà imprenditoriale, dall’iniziale intuizione alla prima ingegnerizzazione grazie alle tecnologie Microsoft che hanno poi sostenuto tutto il progetto grazie alle soluzioni Cloud Azure come IoT Hub e i Cognitive Services dedicati al riconoscimento facciale e alla comprensione del linguaggio, così come alle API che consentono di rispondere alle domande poste dall’utente in linguaggio naturale.

Le idee originali vengono precedute dalla loro fama anche prima di essere realizzate. E non poteva essere diverso il caso di Pillo che ha rivoluzionato il mondo dei Personal Assistant grazie alla sua capacità sperimentata di eseguire proactive dispensing di medicinali alla persona giusta al momento giusto, così come di ricordare non solo i medicinali ma tutto quello che è collegato alla salute come visite mediche e altre attività da svolgere come la misura dei parametri vitali.

In altri termini Pillo risolve il problema della non aderenza alla terapia che causa morti in tutto il mondo e miliardi di dollari sprecati per le conseguenze sociali ed economiche di tali decessi. Pillo assiste le persone, aiutandole ogni giorno a seguire la terapia corretta, a monitorare i propri parametri vitali affinché il medico possa variare eventualmente la terapia o intervenire per tempo e ad aiutare gli anziani a sentirsi meno isolati grazie alla funzionalità di videocall che Pillo integra in modalità nativa.


Vuoi leggere tutti gli articoli del numero #0 di SoftLife? Scaricalo qui

News correlate

Notizie e suggerimenti per chi usa le tecnologie digitali

E’ uscito il numero cinque del Magazine SoftLife

Il modo più efficace e veloce di conoscere il valore delle tecnologie nel business